Emis Killa contro le radio in un’intervista rilasciata per Noisey. Da poco Emis Killa è stato ospite da Noisey è ha affermato che: “Se fai il Rapper sei costretto a fare un pezzo che funzioni per passare in radio, se fai un altro genere non è necessariamente cosi”. Queste sono le parole che Emis Killa ha affermato contro la radio nei confronti del Rap.
Tralasciando il tono provocatorio di Emis, è vero che le radio non supportano il Rap o addirittura i giovani?
No, le radio non odiano i giovani, per esempio chi non ha mai sentito passare tanti artisti giovani in radio? Sia usciti da qualche talent televisivo che dal web.
Quindi le radio danno spazio a tanti giovani anche se spesso molti rapper vengono penalizzati.

Emis Killa

Perchè le radio vanno contro il Rap?

Da sempre il Rap non è visto come un buon genere, forse per via della volgarità dei contenuti e dei testi. Anche se ultimamente la situazione sta cambiando. Si sentono spesso più Rapper in radio rispetto a qualche anno fa. Tutto questo è giusto dato che ormai è innegabile il fatto che il Rap sia diventato il genere musicale più seguito in Italia.

Il rap grazie ai vari sottogeneri è riuscito a completarsi sempre di più, e a crescere in maniera esponenziale. Basta pensare che tanti tra i maggiori influencer e personaggi più seguiti sui social come Instagram in Italia ci sono Sfera Ebbasta. Oppure artisti che hanno inziato con il Rap e poi si sono evoluti come Fedez 
Leggi anche: I 10 Rapper Italiani più seguiti su Instagram

Emis Killa ha fatto bene ad andare contro le radio?

Secondo me si, perchè comunque ci sono ancora tani pregiudizi e svantaggi per il rap in Italia. Le radio per assurdo preferiscono riprodurre brani rap esteri piutosto che quelli nostrani. E tutto questo senza senso. Ti stai chiedendo il perchè? E’ semplice, tante canzoni di vari rapper americani hanno dei contenuti molto più espliciti di quelli italiani.
Nonostante questo Spotify ha tolto questo potere alle radio dandolo al pubblico.
Infatti adesso si guardano i risultati direttamente li, a prescindere se un pezzo venga passato o meno. Tanti artisti anche senza radio sono riusciti a spopolare e a raggiungere il successo in questo modo.