Oggi vogliamo portarvi le migliori frasi di “Nati diversi” il nuovo album di Gianni Bismark.
Gianni Bismark è il nome d’arte di Tiziano Menghi, rapper italiano originario di Roma.
E’ cresciuto nel quartiere “Garbatella”, reso celebre in tutta Italia dalla serie tv “I Cesaroni”. Il suo nome d’arte proviene dal nome completo del calciatore Gianni Guigou ovvero “Gianni Bismark Guigou Martínez”, che militò nella Roma dell’ultimo scudetto.
Questa notte ha pubblicato il suo nuovo progetto “Nati Diversi”. Un disco che presenta 12 brani e 4 collaborazioni con alcuni artisti di spicco della scena Rap, ossia Tedua, Geolier, Franco126 e Quentin40.
Nel prossimo paragrafo troverete tutte le frasi più significative di Nati Diversi di Gianni Bismark racchiuse in questo disco.

Le migliori frasi di Gianni Bismark tratte da “Nati Diversi”

Punta in alto, resta sveglio, parla piano e dimmi che ti serve. (Nati diversi)

Intorno poche persone, che te vonno tutti sali’ sopra. (Poche persone)

Mentre che mi parla dei viaggi che ha fatto, io stavo solo in piazza. Grazie alla musica sono rinato, voglio vola’ in alto. (La strada è nostra)

E passo sempre le mie notti sveglio, vorresti sempre cose che non hai. (Nse vedemo mai)

Ho fatto passi da gigante ma ero solo un bimbo, di danni ne ho fatti tanti lungo il mio tragitto. Tiro giù tre o quattro santi pe’ averli vicino, ehi mi sento vivo. (Mi sento vivo)

Guarda che io ho fatto da solo, non m’ha aiutato nessuno. (Quello vero)

Come Gesù Cristo, io so’ morto e risorto. (Gianni nazionale)

Che so amare io l’ho sempre detto, un libro, no, non l’ho mai letto. Io non piango mica piogge sante, sono i santi a cercarmi nel letto. (Fateme santo)

Speriamo che le frasi di “Nati diversi” di Gianni Bismark vi siano piaciute.
Leggi anche: Intervista a Gianni Bismark
Ascolta Nati diversi su Spotify qui.