Il vero nome del rapper Rancore è Tarek Iurcich. È nato a Roma il 19 luglio 1989 da padre croato e madre egiziana. Si avvicina al rap da adolescente all’età di 14 anni, prima ancora di entrare in contatto con la scena hip hop romana.
Nei primi anni si avvicina al Rap grazie al freestyle, ambiente dove inizia a farsi notare.
Il suo primo album, intitolato “SeguiMe” è uscito nell’agosto del 2006 ottenendo un discreto successo.
Dopo quel disco, anno dopo anno, è riuscito ad affermarsi nel Rap Italiano.
Quello che vogliamo fare oggi è portarvi le frasi di Rancore più belle tratte da tutti i suoi dischi, iniziando dal primo sino ad arrivare al suo ultimo album “Musica per bambini”.

Le migliori frasi di Rancore tratte da “SeguiMe”

L’anima qua sotto ormai è morta e mi rattristo, c’è già stato più di un imprevisto che non ho previsto. (Rancore)

Quando scrivo curo i mali,lascio stampo nelle anime, io faccio stile libero dentro un mare di lacrime. (Solo questo)

Mi sento come se ormai tutto fosse falso. (Giovani artisti)

Ho capito che le cose non succedono per caso, nel posto in cui so’ nato ho cominciato a capire. (Tufello)

Ci sono amici che alla fine non ti aiutano, altri che col dito medio ti salutano. (Dal mio sguardo)

Tuo figlio cresce e tu lo aiuti quando puoi, ti senti solo al mondo e non è quello che vuoi. (SeguiMe)

Leggi anche: Alcune curiosità sui Rapper Italiani

Le migliori citazioni tratte da “Elettico”

L’Italia dei sorrisi e dei nasi rifatti male, ma quale nazione del mondo poi è così magnifica? (Brutti & cattivi)

A un quarto del cammino della mia vita mi sono perso. Pensavo di pensare e pensandoci non ci penso. (Giunti al dunque)

Che se vedi le cose in un’altra maniera, poi ogni cosa è più facile. (E’ facile)

Son belle le ragazze di quartiere, che a volte sono semplici, ma spesso dirette e molto sincere. (Il mio quartiere 2.0)

Ma per stanotte non ci penso su, altrimenti resto col broncio, che se ridi vivi di più, ma dimmi ogni anno io quanto accorcio. (E’ difficile)

Io so benissimo che tu puoi dare molto di più, tu puoi buttare acqua sul fuoco e incendiare un igloo. (Cuore e acciaio)

Attento, forse si muore quando si muore, no? O forse più si cresce e più si muore un po’, perciò. (E’ meglio senza)

Leggi anche: Le migliori frasi di Achille Lauro

Le frasi più belle di Rancore tratte da “Silenzio”

I sogni sono neve, cadono, cambiano forma, poi tornano su. (Capolinea)

Un giorno tornerò, non so se poi ti trovo, se quando tornerò, poi scapperò di nuovo. (L’eterno ritorno)

A luci accese il buio morirà dallo spavento, non soffro, soffio al tramonto, sogno di spegnere il sole! (Dove siete spiriti)

Scommetto che appena non siamo insieme ognuno cade nella follia. (La follia)

Ma il cielo può piangere quanto gli pare, ci sono le nuvole in fondo al mio mare. Le cupole bucano il cielo, le stelle che cadono sanno di sale. (Il giorno che non c’è)

Il cielo te l’ha detto nei progetti edilizi, tu sei architetto, sia che costruisci sia che utilizzi. (L’architetto)

D’ora in poi staremo insieme più spesso, che Dio sia vivo oppure morto sarò buono lo stesso. (Il male oscuro)

Leggi anche: Le frasi Rap più belle sull’amicizia

Le frasi più belle di Rancore tratte da “Musica per bambini”

Io non morirò mai perché ho un senso di colpa, così grande che la tomba volerà via. (Underman)

Ma di colpo tu mi schiacci sullo specchio, lasci un cuore a quel cretino, mi finisci, mi butti e ti scordi tutto. (Giocattoli)

I rapper che ti piacciono sono scarsissimi, fare i soldi è l’unico loro talento artistico, talento che non ho, io sto malissimo. (Depressissimo)

E ogni principe che si rispetti, deve essere blu come il cielo, avere virtù, trafiggere spettri. (Sangue di Drago)

Non ti devi lamentare che ti piove in testa, se resti sotto gli alberi anche dopo la tempesta. (Quando piove)

Io voglio solo tornare nel mio pianeta, in quella semplicità che non c’è più, ricominciare a sognare in questo pianeta. (Questo pianeta)

Leggi anche: Le frasi Rap più belle d’amore 
Speriamo che le frasi di Rancore vi siano piaciute!