Intervista a Giaime : 

Per chi ascolta Rap da diversi anni Giaime non è assolutamente un nome nuovo nella scena. Tuttavia, in questi ultimi mesi è riuscito a ritagliarsi uno spazio ed una visinbilità che prima non aveva. Questo grazie alla sua maturazione artistica, che, dopo l’incontro con Andry The Hitmaker, lo ha portato ad essere uno degli artisti più interessanti del momento. In occasione dell’uscita del singolo “Mi ami o no” con Capo Plaza, abbiamo avuto la possibilità di intervistarlo e farci raccontare qualcosa di più sul suo percorso. Ecco a voi quindi la nostra intervista a Giaime, buona lettura.

Intervista a Giaime
Giaime

Chi ti scopre oggi forse non conosce bene la tua storia. Raccontaci brevemente la tua formazione artistica.

La mia carriera ha inizio nel 2011 con la mia crew “Zero2”, con la quale abbiamo riscontrato da subito un buon successo. In seguito a questa esperienza ho passato un periodo di 2 anni nei quali ho fatto uscire meno musica. Nel 2017 ho conosciuto Andry The Hitmaker con cui ho iniziato il percorso che mi ha portato dove sono oggi.

Negli ultimi 2 anni hai attraversato una forte evoluzione artistica. In cosa è cambiato il tuo modo di fare musica?

Collaborare con Andry mi ha portato a poter scrivere testi più diretti, più facili da comprendere, mi ha aiutato molto anche nella creazione di melodie all’interno dei brani, permettendomi di dare un sound vocale più di impatto rispetto a prima.

Da “Timido” ad oggi tutti i pezzi che hai pubblicato sono collegati tra di loro da un concept grafico molto originale. Potrebbe essere in arrivo un album? 

Momentaneamente la formula che abbiamo adottato, ovvero quella di far uscire ogni mese un nuovo pezzo,  è quella con cui mi trovo meglio e che sta ripagando di più. Sicuramente il disco arriverà, ma non so dirti ancora quando.

Sui social non sei troppo presente, nonostante ciò stai ottenendo degli ottimi risultati. Credi che il pubblico si stia stancando della troppa presenza degli artisti su Instagram o i social in generale?

Non saprei dirti, credo che la presenza sui social sia molto utile, ma attualmente, un artista come me ha bisogno di far sentire la sua voce dal punto di vista musicale, più che social.

 

Speriamo che la nostra intervista a Giaime vi sia piaciuta, in tal caso leggi anche questo articolo :  Intervista a Ketama126