Malcky G, pseudonimo di Malcolm Reeves, è un rapper italo-americano che in questi ultimi mesi ha costruito le basi per la sua carriera. Dopo la firma con Universal, arrivata circa un anno fa, ha pubblicato diversi singoli che li hanno permesso di farsi conoscere all’interno della scena. Il papà, Mohamed Reeves, è stato un ballerino internazionale ed ha lavorato con Michael Jackson. Da lui e dalla madre, entrambi appassionati di Rap, Malcky G ha ereditato la passione per la musica, che porta avanti da quando era piccolo.

wavy
Wavy

Questa notte è uscito su tutti i digital stores il suo nuovo singolo, “Wavy”, in collaborazione con uno dei rapper più in voga del momento, MamboLosco e prodotta da Andry The Hitmaker. Per l’occasione, abbiamo avuto modo di intervistarlo e di farci raccontare di più su quella che è la sua musica e i  suoi progetti per il futuro. Buona lettura!

Intervista a Malcky G 

Ciao Malcky! Verso che età ti sei avvicinato al mondo della musica e quando hai iniziato a scrivere i tuoi primi pezzi?

Sono cresciuto in famiglia ascoltando musica hip-hop, fin da piccolo ascoltavo solo quello. Ho iniziato a fare i primi freestyle con gli amici verso i 12 anni, ma erano così per scherzare ed allenarmi. Il primo pezzo serio, uscito ufficialmente anche con un video l’ho fatto a 14 anni.

Hai iniziato da giovanissimo a pubblicare le tue prime tracce, inizialmente il pubblico ti criticava spesso, nonostante questo, negli ultimi anni hai trovato il tuo stile e sei maturato molto. Quanto senti ancora di poter crescere artisticamente?

Inizialmente mi criticavano per via dell’età, ma col tempo si sono ricreduti. Adesso chi prima mi haterava ascolta i miei pezzi e mi fa i complimenti. Si è proprio capovolta la situazione. Il mio obiettivo ovviamente è quello di diventare un big, crescere fino ad arrivare in alto.

Questa notte è uscita “Wavy” in collaborazione con MamboLosco, com’è nata l’idea di fare un pezzo insieme e com’è stato lavorare con lui?

Io e Mambo ci siamo conosciuti circa un anno e mezzo fa. Prima di fare una collaborazione abbiamo instaurato un bellissimo rapporto di amicizia. Ci beccavamo per passare delle serate insieme, uscire. Ovviamente ci stimiamo molto artisticamente e siamo molto simili. Io non lo considero un semplice amico, ma un fratello.

Malcky G
Mambo Losco & Malcky G
Parlando invece della produzione, questa volta ti sei affidato ad uno dei nomi più caldi del momento, Andry The Hitmaker. Avete altre collaborazioni in cantiere?

Con Andry lavoro da poco, abbiamo iniziato a Settembre 2019. Attualmente ne abbiamo pronte almeno 5. Stiamo lavorando a nuova musica e il nostro progetto è quello di realizzare altri pezzi insieme.

All’interno del pezzo dici “Non vado ad MTV Spit”, qual è la tua opinione riguardo i programmi televisivi musicali di questo tipo?

Diciamo che non è il mio ambiente. La rima su MTV Spit non ha lo scopo di denigrare il programma, anzi, da piccolo lo seguivo pure. Però non è il percorso che vorrei fare, non fa per me.

Tu che sei italo-americano, e hai un’ampia conoscenza di entrambi i panorami musicali, cosa credi che manchi al rap italiano per arrivare ai livelli di quello statunitense?

Secondo me in Italia vogliono troppo fare gli americani, ma viene male, si vede che è una cosa forzata. Penso che nella scena manchino tanti artisti di qualità. Ce ne sono, perchè non dico che non ce ne siano, ma vengono anche valorizzati troppo quelli che non meritano e sottovalutati quelli che hanno del potenziale.

Quali artisti ascolti maggiormente in questo periodo e con chi ti piacerebbe collaborare?

Ascolto moltissimo tutta la nuova wave della trap americana. Se ti dovessi dire dei nomi : BlueFace, 21 Savage e i Migos.

 

Se l’articolo ti è piaciuto leggi anche : Intervista a Gianni Bismark