Oggi vogliamo parlarvi di Massimo Pericolo, in particolare della sua serie tv preferita su Netflix.
Il Rap come il cinema sono arte, espressa in modo diverso ma che entrambi suscitano un’emozione in noi.
Lui è sicuramente uno dei volti più noti del momento, lo abbiamo visto un po’ ovunque ultimamente.
A partire dalle interviste radio a “Radio Deejay“, alle ospitate in Tv e interviste come a “L’assedio” da Daria Bignardi.
Ha collaborato da poco anche nel canale ufficiale di Netflix Italia proprio per la sua serie preferita “Breaking Bad”.
Detto questo vi lasciamo alle informazioni inerenti a Massimo pericolo e alla sua serie tv preferita su Netflix.

Massimo Pericolo
Massimo Pericolo

Massimo Pericolo: La sua serie tv preferita

Come vi ho anticipato “Breaking Bad” è la sua serie tv preferita. Dopo averla vista la prima volta anni fa si è innamorato della serie e della trama.

Tutti abbiamo la nostra serie tv preferita. Per Massimo Pericolo questa è senz’altro breaking bad. Se dovesse paragonarla ad un rapper italiano sarebbe sicuramente Marracash. L’artista che da sempre ritiene una spanna sopra gli altri.

Massimo Pericolo
Massimo Pericolo . La sua serie tv preferito.

Massimo ricorda benissimo il giorno in cui guardò la prima puntata della serie. Era infatti una sera del lontano 2014. Serata in cui sicuramente non si aspettava che a distanza di poche ore il mattino seguente, la polizia bussasse alla sua porta per arrestarlo.

Un punto d’incontro tra la vita di Massimo e Walter White

Nonostante lo spiacevole inconveniente, fin da subito Vane si riconosce nel personaggio di Walter White. Il protagonista si è fato strada nel mercato della metanfetamina per fra fronte alle proprie difficoltà economiche. Un esperienza molto a fine a quella vissuta da Massimo Pericolo prima della fama.

Massimo Pericolo

L’articolo nasce da un idea di “Il Rap che non conoscevi” una delle realtà più interessanti su Instagram sul Rap in Italia.
Speriamo che vi sia piaciuto.

Leggi anche: Quali rapper italiani sono stati arrestati o ai domiciliari?