Oggi vogliamo portarvi 7 curiosità su Villabanks, artista che sta facendo parlare tantissimo di sè.
Il suo vero nome è Vieri Igor Traxler, ed è un rapper classe 2000 di Milano.
Nel 2019 pubblica il suo primo album ufficiale “Non lo so”, con il quale riesce ad ottenere ottimi risultati, soprattutto con la sua hit nazionale “Candy”, divenuta virale su varie piattaforme tra cui Tik Tok. Da quel momento la sua carriera inizia ad avere delle basi solide e una direzione ben precisa.
Qui sotto potrete leggere e approfondire 7 curiosità su di lui e sul suo percorso musicale, con alcuni approfondimenti inediti ed esclusivi.

7 curiosità su Villabanks

L’età in cui si è avvicinato al mondo del rap e le sue maggiori influenze artistiche

Tutto è iniziato quando la madre gli ha fatto scoprire il mondo musicale. Infatti, tutto è iniziato a 6 anni imparando a suonare il saxofono, strumento che ha abbandonato durante l’adolescenza e che sta riprendendo ultimamente. Il suo rapporto con la musica è infinito, da piccolo ascoltava quello che i suoi genitori mettevano durante i viaggi in macchina. Suo papà, ad esempio, ascoltava i “Gipsy Kingse” e un sacco di musica latina, mentre sua mamma, invece, moltissima musica dance anni ‘80,  tra cui Michael Jackson e Marvin Gaye. A Villabanks piaceva Elvis Presley, lo trovava fighissimo. Gli piace pensare che lo scompiglio che ha portato oggi in Italia con il porn*, forse, è lo stesso che ha portato Elvis con le sue mosse,con cui ha scosso il mondo della musica.

A breve uscirà il suo nuovo album, “El Puto Mondo”, ma quali sono i concept che si nascondono dietro alla copertina e al titolo di questo progetto?

La copertina riprende un po’ l’intero album, lo sfondo è buio e cupo perché vuole rifarsi alla malinconia che si ritrova nel disco. Villabanks, si trova in una vasca di squali con dei pesciolini che nuotano intorno a lui, c’è molta plastica in giro e c’è inquinamento. È un luogo in cui è necessario dotarsi di una protezione per sopravvivere, ecco perché Villabanks è presente ma non lo vedete. Nella raffigurazione  il rapper è protetto dall’esterno da una corazza, il sesso è ciò in cui si rifugia per difendersi da tutto quello che c’è fuori.

Il periodo in cui ha scritto l’album e come sono nate le collaborazioni

Ha iniziato a scrivere l’album un po’ prima della quarantena e poi ha lavorato durante tutto il lockdown. I featuring sono stati fatti sempre in quel periodo, quello con Rosa Chemical è stato fatto a distanza, ma è una collaborazione a cui teneva e voleva realizzare da un po’, quindi è molto contento di averla potuta fare. Invece, con Luca (Capo Plaza) è stato un po’ più facile perché già si conoscevano da prima. Il tutto è nato da un messaggio su Instagram e successivamente si sono incontrati in studio.

La spiegazione di come è nata la canzone “Candy”

Il pezzo è nato dopo una serie di fortunate collaborazioni con ValePain. La canzone è nata come una “chicca”, nella quale hanno inserito tutti gli elementi che funzionavano bene della sua discografia. Tutto questo è stato fatto per inserire nell’album un pezzo che rappresentasse in pieno il suo mood e che potesse spaccare. Dopo l’uscita, effettivamente è stato così, e i risultati gli hanno dato ragione. Il brano gli ha dato grandi soddisfazioni e ha superato le sue aspettative. Nonostante questo, spera di crescere ancora di più e di riuscire a sorprendersi da solo con nuovi traguardi.

La spiegazione del suo video su Pornhub

La verità è che non c’è affatto provocazione, è solo un’espressione di quello che lo rappresenta. Lui vorrebbe che il pubblico capisse che il suo intento non è scioccare, bensì istruire, educare a questi argomenti che spesso vengono considerati tabù e che portano la gente a rimanere nell’ignoranza. Con questo video ha voluto sfatare molti miti e iniziare la sua carriera nel porn*, di cui è appassionato da anni. Non è nato come video hard ma come video musicale. Infatti, hanno deciso di pubblicarlo prima su Instagram, dove poi è stato censurato, e solo dopo hanno optato per Pornhub, per non snaturarlo e non discostarsi dal messaggio che voleva lanciare.

I suoi progetti oltre la musica

Ha appena aperto il suo OnlyFans dove venderà realmente contenuti hard, con attori professionisti e scene molto più spinte. Inoltre, sta dipingendo tantissimo e realizzando diversi progetti artistici, che prima o poi renderà pubblici.

I suoi brand preferiti

Gli piace indossare tantissimo il brand “Lacoste”. Il motivo principale è perchè lo trova sia comodo che sportivo allo stesso tempo. In più, è legato ad un suo ricordo d’infanzia, dato che lo vedeva tantissimo quando viveva in Francia da piccolo e il coccodrillo lo divertiva molto. Per quanto riguarda i brand nuovi, gli piacciono un sacco i pantaloni di CopKiller, secondo lui spaccano tantissimo.

Infine speriamo che queste curiosità su Villabanks vi siano piaciute.
Leggi anche: Le migliori frasi di Villabanks tratte dalle sue canzoni
Ascolta la sua musica su Spotify qui.