Zame è un rapper romano che in questo ultimo periodo sta facendo parlare molto di sè. Esordisce nel 2018 con il brano “10 MLN”, con cui inizia un percorso musicale che lo porta in poco tempo ad essere conosciuto nel mondo del web. Il suo stile, eccentrico e stravagante, si ispira al mondo orientale, contraddistinguendolo dal resto della scena. Tra i suoi brani più conosciuti troviamo “Moda”, “Stile” e “Dissing”.

Il plagio a Guè Pequeno

Zame ha davvero copiato Guè Pequeno? In questi giorni sul web non si sta parlando di altro. Il presunto plagio avverebbe all’interno del nuovo brano del rapper romano intitolato “Hype” e pubblicato lo scorso venerdì. Il ritornello presenta una melodia molto simile al celebre pezzo di Gemitaiz, Madman e Guè Pequeno “Sempre in giro”.

Ecco i due brani messi a confronto.

Effettivamente la somiglianza c’è, ed è bastata ai giornalisti e ai blog per scatenare sul web una guerra mediatica nei confronti di Zame. Il fatto che le due melodie si avvicinino non basta per definire questo pezzo un plagio. Infatti, molti non sanno che la prima a campionare questo suono è stata Kesha, nel brano “Take It Off”, pubblicato con ben 4 anni di anticipo. Quindi a questo punto anche Guè avrebbe copiato? No, semplicemente è stata campionata una meodia, cosa che nel rap viene fatta da anni. Per esempio, lo stesso Juice WRLD era stato accusato di plagio per aver ripreso in “Lucid Dreams” la melodia del brano “Shape of My Heart” di Sting. 

In conclusione, crediamo che Zame sia un artista che da sempre ha puntato al portare qualcosa di nuovo in Italia, sia per quanto riguarda la musica, che per quanto riguarda lo stile estetico. Riteniamo che sia un peccato che la sua immagine venga sporcata da accuse che non hanno fondamenta. Basterebbe informarsi di più per capire come stanno realmente le cose.

Se l’articolo ti è piaciuto leggi anche : 10 curiosità su Fedez